Dal Panopticon | Scritture

intellettuale_dissidente_ebraismo_costa.png

Tutti contro il filosofo “antisemita”! – L’articolo su L’Intellettuale Dissidente

MARIO COSTA, STUDIOSO CON UN NUMERO STERMINATO DI LIBRI IN BIBLIOGRAFIA, SCRIVE UN SAGGIO SU “EBRAISMO E ARTE CONTEMPORANEA”. PER CARITÀ! È STATO DENIGRATO & OFFESO. ORA BISOGNA DIFENDERLO

Premessa. Mario Costa, classe 1936, già ordinario di Estetica all’Università di Salerno, autore di un numero sterminato di libri e articoli di filosofia dell’arte ed estetica tradotti, discussi e apprezzati in gran parte del mondo, è il padre del concetto di sublime tecnologico. Comincio da qui perché intendo seguire questo importante dato come stella polare per lo sviluppo dell’articolo.

[…]

Bene. Il professor Costa, con il quale talvolta scambio amichevoli mail e che mi sa suo attento e critico lettore, qualche giorno fa mi ha scritto questo laconico messaggio: “Voglio informarla che il mio Ebraismo e arte contemporanea è attaccato come antisemita. Credevo di aprire un dibattito scientifico, non è stato così”.

[…]

Tutto è cominciato dalla pubblicazione per i tipi di Mimesis del suo Ebraismo e arte contemporanea e dalla successiva recensione al libro, a firma di Marco Enrico Giacomelli, uscita il 30 ottobre scorso sul sito Artribune e intitolata L’arte contemporanea come complotto ebraico.

Per continuare a leggere, vai su L’Intellettuale Dissidente


In copertina, El Lissitzky – Book cover for ‘Chad Gadya’ (1919, part.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *